L’UNESCO protège notre patrimoine

Immagine Copertina UNESCO Didattica E Pratica

Tutta l'umanità ha un patrimonio comune: il patrimonio mondiale che gli Stati membri dell'UNESCO hanno deciso di preservare e trasmettere alle generazioni future. La sua conservazione richiede la conoscenza di questo patrimonio. La classe FLE può diventare un mezzo per sensibilizzare i giovani al patrimonio culturale in via di estinzione.
E allora “Place aux futurs citoyens engagés à sauvegarder le patrimoine culturel !”.

Obiettivi

Saper 

  • comprendere un testo scritto, 
  • presentare un’organizzazione e un sito, 
  • argomentare,
  • partecipare a un dibattito,
  • produrre un testo scritto.


Livello linguistico : B1+ QCER

Tempo: 5 lezioni

Tappe

Prima lezione (1 ora)
Il professore annuncia l’obiettivo del percorso didattico: conoscere l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) e partecipare a un dibattito.
Lavoro individuale di comprensione di un testo scritto che presenta l’UNESCO (annexe 1). Correzione dell’attività durante una plenaria.


Seconda lezione (1 ora)
Il lavoro individuale di comprensione continua con la scoperta di qualche sito che fa parte del patrimonio materiale francese dell’UNESCO (annexe 2). Correzione dell’attività durante una plenaria.


Terza lezione (4 ore)
Il professore chiede agli studenti di fare una ricerca sul sito web dell’UNESCO per raccogliere informazioni sull’organizzazione, sui siti francesi o stranieri che si trovano sulla lista. Gli studenti dovranno sceglierne uno e presentarlo alla classe utilizzando anche delle foto (annexe 3). Gli studenti dovranno presentare il sito davanti ai compagni e la loro prestazione sarà valutata dal professore.


Quarta e quinta lezione (3 ore)
Il professore propone agli studenti due schede e delle foto che descrivono due siti o due monumenti conosciuti o sconosciuti dagli studenti che saranno oggetto di un dibattito organizzato in classe durante la quinta lezione.
Per la scelta dei due siti o monumenti si dovrà prendere in considerazione
• la presenza di siti o monumenti nella regione o nel paese in cui si trova la scuola,
• il pericolo della scomparsa di questi siti o di questi monumenti,
• l’importanza per la collettività de questi siti o di questi monumenti.
Prima del dibattito, bisognerà dividere la classe in due gruppi ai quali sarà proposto il seguente tema: Quel site ou monument faut -il préserver ? (annexe 4). Il percorso si chiude con un’attività di produzione scritta (annexe 5).

« Il faut être fier d'avoir hérité de tout ce que le passé avait de meilleur et de plus noble. Il ne faut pas souiller son patrimoine en multipliant les erreurs passées. » Mohandas Karamchand Gandhi

 

Soluzioni

Soluzioni

Scritto da Anna Maria Crimi

Tag

Archivio